Tony Coleman - Macallè Blues

Vai ai contenuti

Menu principale:

News & Revues > Recensioni

I concerti...
Tony Coleman & Henry Carpaneto

Sabato 11 novembre 2017, Castelceriolo (AL): Dopo l'esordio sullo stesso palco, tenuto nell'autunno del 2003 quando, accompagnato dall'allora sua band, ebbe come ospite speciale Otis Grand, è tornato sul palco del Macallè Tony Coleman, ovvero il batterista delle blues stars, B.B. King in primis. Questa volta, però, è tornato col supporto di un partner italiano, conosciuto nel corso degli anni e col quale ha collaborato anche in studio: il talentuoso pianista ligure Henry Carpaneto. E la coppia, col supporto dell'ottima e compatta band di Carpaneto, ha funzionato assai bene.

Coleman, da alcuni anni dedito parzialmente a curare la propria veste solista e, conseguentemente, più concentrato sul canto che non sullo strumento, ha offerto un mix di brani tratti dai suoi dischi (sono quattro quelli usciti al momento a suo nome, l'ultimo, Take Me As I Am pubblicato a inizio anno) a cui aggiunge un immancabile tributo al suo vecchio "principale", B.B. King, con una carrellata di hit a largo spettro che parte da Nobody Loves Me But My Mother, passa per Caledonia e si chiude su The Thrill Is Gone. Carpaneto, a sua volta, si è più concentrato sull'accompagnamento, asservito al supporto di Coleman, limitando le dimostrazioni del suo talento di inarrivabile boogieman a un solo paio di occasioni. La band, nel complesso, ha girato a mille e soprattutto la sezione fiati, Stefano Bergamaschi alla tromba e Paolo Maffi al sax tenore, ha dato un ottimo contributo solistico perfettamente inquadrato nel taglio prevalentamente funky e R&B della serata.  

 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu